A qualunque età la Natura sa dare, sa rivelare, bisbigliare qualcosa di importante, di affascinante; anche il ragazzino o la ragazzina più distratti non potranno che zittirsi e spalancare la bocca davanti all’azzurro metallizzato che sfreccia a pelo d’acqua del Martin Pescatore…

L’offerta formativa per i ragazzi delle Secondarie di primo grado nei percorsi del Parco della Storga nasce tenendo conto delle potenziali abilità e competenze specifiche di questa età, sempre in un’atmosfera gioiosa e da uno spirito collaborativo fondamentali per la buona riuscita delle attività. Dunque abilità manuale, capacità di discernimento, di valutazione, di ascolto, di sintesi; capacità di collegamenti trasversali, utilizzando anche mezzi espressivi diversi quali la fotografia, il video, il disegno artistico per una più completa esplicitazione della propria espressività. Il mondo naturale è là fuori, ma le parole, le emozioni, le espressioni per descriverlo sono dentro a ciascuno ed i laboratori esperienziali, i percorsi lungo la Storga hanno anzitutto la funzione di collegare queste due realtà, fondendole insieme, così come l’acqua di risorgiva sembra fondersi alle fronde dei salici e degli ontani lungo le sponde.

È fondamentale stabilire, laboratorio per laboratorio, quale obiettivo specifico viene proposto, ad esempio, un monitoraggio della qualità delle acque attraverso la pesca dei macro-invertebrati, la composizione del bosco, il numero di specie di uccelli presenti, ecc. Alla fine del percorso prescelto, organico all’attività pratica, vi sarà sempre un fondamentale momento di sintesi del lavoro svolto, sia in termini scientifici, sia emozionali, da portare a casa con sé e riporre nel proprio tesoro personale.

Ci sarà inoltre spazio per l’aspetto mitologico, legato alla sfera dell’immaginario, declinato lungo i sentieri ombrosi di noccioli e acque sfavillanti, per non perdere il sapore del pensiero astratto, così utile per affrontare meglio le sfide della vita.

2024-07-04T09:38:22+02:00

Conosciamo il parco

Passeggiata naturalistica alla scoperta di colori, suoni e profumi del Parco della Storga, muniti di quaderno per eventuali appunti o impressioni da raccogliere cammin facendo. Al termine, visita alla mostra fotografica sul mondo sotterraneo allestita presso la sede del Gruppo Grotte Treviso, in collaborazione con l'associazione geografica La Venta.

2024-07-04T09:38:30+02:00

La vita in acqua

Pesca dei macroinvertebrati e/o piccoli pesci presenti lungo la Storga con successiva osservazione tramite apposite vaschette con fondo bianco degli organismi pescati. Valutazione della quantità e qualità del pescato con riflessioni sullo stato di salute del fiume. Distribuzione di una scheda tecnica da compilare con immagini dei macroinvertebrati.

2024-07-04T09:38:39+02:00

Microscopri

Passeggiata alla scoperta del molto piccolo con l’utilizzo di una lente di ingrandimento per ragazzo e l’utilizzo di un tablet collegato a smartphone per proiettare (e, in caso, salvare) le immagini più interessanti: cortecce, licheni, insetti, muschi, fiori, ecc. scrutati da molto vicino dai ragazzi in passeggiata.

2024-07-04T09:38:48+02:00

Orienteering

Orientare una mappa, saper valutare la morfologia del terreno e la sua vegetazione, saper usare le scale di rappresentazione, e costruire una legenda funzionale al tracciato. Esperienza sulla costruzione e rappresentazione su mappa di un tracciato di orienteering, e prova pratica di piccola gara a squadre del percorso.

2024-07-04T09:38:56+02:00

Erbario

Realizzare un piccolo erbario di classe da conservare raccogliendo e predisponendo alla conservazione alcune foglie di piante presenti nel parco. La raccolta sarà accompagnata dalle fotografie delle piante fresche. Ad ogni pianta individuata e raccolta, verrà abbinata una breve spiegazione delle sue caratteristiche e degli eventuali possibili utilizzi.

2024-07-04T10:47:20+02:00

Riprendi la natura

Il nostro laboratorio di video making! Realizzazione di un video girato con un cellulare di un angolo particolarmente significativo della Storga con aspetti naturalistici, paesaggistici, storici (ad esempio le case abbandonate, l’ex brefotrofio, ecc.), dopo aver effettuato una passeggiata naturalistica ed aver conosciuto meglio l’ambiente.

2024-07-04T09:39:18+02:00

Taccuino di viaggio e disegno naturalistico

Il nostro laboratorio di disegno dal vivo! Laboratorio di costruzione di un semplice taccuino di appunti naturalistici. Disegnare dal vero la cosa piccola che abbiamo davanti agli occhi, disegnare il paesaggio: basi del disegno naturalistico e riconoscimento di piante, fiori, impronte e animali.

2024-07-04T09:39:31+02:00

Gli animali e le piante in scena

Il nostro laboratorio di teatro e d'invenzione di storie! Laboratorio di tecniche per la creazione di un teatro minimo di figura: il teatro delle ombre. Saper creare una scena con le ombre fuggitive della natura del parco, scenografia e teatro. Ogni cosa può diventare un personaggio: scegliere una creatura del parco, ritagliarne la figura e dare vita ad una rappresentazione collettiva.

2024-07-04T09:39:39+02:00

Le impronte degli animali

Laboratorio di modellazione con l’argilla. Spiegazione e calco sulla superficie della creta dei diversi tipi d’impronte degli animali del parco e delle cortecce degli alberi. Ogni bambino porterà a casa un suo piccolo lavoro.

2024-07-04T09:39:51+02:00

Ecosfera: il mondo in un vaso

Perchè il nostro pianeta è un mondo? è possibile ricrearne uno con le stesse regole ma molto molto più piccolo? Un minimondo da portare a casa per seguire e indagare il suo sviluppo? Certamente!

2024-07-04T09:39:58+02:00

Casetta nido

Costruzione di una casetta nido per uccelli di piccola taglia (come la cinciallegra), assemblando manualmente pezzi di legno già predisposti con martelli, chiodi, cacciaviti, avvitatori, cacciaviti.

2024-07-04T09:40:07+02:00

Cosa ci vedi?

Il nostro laboratorio di scultura! Lo scultore che è in noi sa riconoscere nuove visioni nelle cose trovate durante una passeggiata. Semplici rami o foglie possono assumere forme e ruoli inediti mediante l’assemblaggio. La scultura nella natura è ovunque: legni, sassi e foglie. La nostra mano accetta il suggerimento e lo media grazie alla fantasia, esattamente come vediamo animali e draghi nelle nuvole.

Altri laboratori / attività