Nome scientifico: Tilia cordata o Tilia parvifolia  Nome dialettale: Tilio

DESCRIZIONE

Albero bellissimo e buono e mansueto; raggiunge anche i 40 metri di altezza e può arrivare a ragguardevoli traguardi d’età (anche 1000 anni). Ha la corteccia grigia, dapprima liscia, poi via via sempre più screpolata. Ha le foglie cuoriformi di un verde intenso con apice acuminato. I fiori sono ermafroditi ed hanno la straordinaria caratteristica di presentarsi come un piccolo bouquet derivato da un picciolo racchiuso a sua volta da un’elegante brattea che ha la fondamentale funzione di estendere il territorio di semina dei frutti maturi sfruttando il vento. Il suo profumo dolce ed intenso vale una primavera intera.

PRESENZA AL PARCO DELLA STORGA

Sparsi per il parco lungo i camminamenti ed i corsi d’acqua, sono una presenza abbastanza rara.

CURIOSITÀ

Il suo nome deriva dal termine greco “ptilon” (ala), riferito alla brattea che racchiude i fiori e, successivamente. I frutti, simile appunto ad un’ala o piuma.

Altre schede piante